SRS SI E' TRASFERITO

I SITI DI RAFFAELLA DI MARZIO SONO STATI TRASFERITI SUL NUOVO SITO

SPIRITUALITA' RELIGIONI E SETTARISMI

VISITALO E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

sabato 14 giugno 2014

Libertà religiosa. Il convegno della FCEI e della CCERS al Senato


Roma (NEV), 11 giugno 2014 - "Come negli eventi passati, anche questa volta siamo stati incoraggiati a proseguire nel nostro impegno per la libertà religiosa in Italia", ha dichiarato con soddisfazione il pastore Massimo Aquilante, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), a conclusione del convegno "Lalibertà religiosa nell'Italia multiculturale", promosso dalla FCEI e dalla Commissione delle chiese evangeliche per i rapporti con lo Stato (CCERS), tenutosi il 9-10 giugno, in Senato. "Un incoraggiamento - ha proseguito Aquilante - sia a seguire da vicino l'elaborazione della legge sulla libertà religiosa, sia a promuovere altri appuntamenti di merito e di studio".

Dopo l’introduzione al convegno del presidente Massimo Aquilante, i professori Enzo Pace (Padova) e Paolo Naso (Roma) hanno affrontato il tema dal punto di vista sociologico e politologico, mentre Sara Domianello(Catania) e Alessandro Ferrari (Insubria) da quello giuridico, nella primasessione moderata da Maria Bonafede. Ne è risultato un quadro complesso, nel quale la pluralità delle religioni in Italia è accompagnata da un'ulteriore varietà interna ad ogni religione: dagli ortodossi agli evangelici, dai musulmani ai sikh. Accanto al dato della varietà è emerso contemporaneamentequello dell’analfabetismo religioso degli italiani, la maggioranza dei quali mantiene una rappresentazione del Paese ancorata all’idea dell’unica religione dominante, quella cattolico-romana.

Un fenomeno così articolato, che pone strutture ecclesiastiche istituzionali di tipo “verticale” accanto ad altre “orizzontali”, il modello episcopale accanto a quello congregazionalista, rende urgente una rinnovata elaborazione da parte del legislatore. Il modello giuridico sinora adottato dall’Italia repubblicana, che ha prodotto ad oggi le intese con alcune chiese ecomunità religiose, non è infatti sufficiente per dare soddisfazione dell’attuale realtà religiosa. E' divenuta urgente una legge sulla libertà religiosa. Le difficoltà per raggiungere tale obiettivo sono da rintracciare nella debolezza delle istituzioni politiche dell’Italia, ovvero proprio degli attori predisposti all’atto legislativo. Si rende quindi necessario un lavoro congiunto, tanto istituzionale quanto sociale.

La seconda sessione, nella mattinata del 10 giugno,dopo il saluto del sottosegretario alle riforme e ai rapporti con il Parlamento, Ivan Scalfarotto, ha messo a confronto i rappresentanti delle chiese e dei gruppi religiosi. Giuseppe Pasta della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, Maria Angela Falà dell’Unione buddhista italiana, Carmine Napolitano della Facoltà pentecostale di Scienze religiose, Gabriel Ionita della Chiesa ortodossa rumena d’Italia, Alessandro Ahmad Paolantoni per l'Unione delle comunità islamiche d'Italia, Ilaria Valenzi per la FCEI.

Presieduta da Dora Bognandi, la sessione ha mostrato come le difficoltà che le comunità di fede vivono nell'attuale situazione giuridica nel Paese, siano comuni a tutte le confessioni intervenute. Cristiani, buddisti e musulmani indicano le stesse criticità: nell'apertura di luoghi di culto spesso ostacolata da normative locali o regionali; nella definizione e nel riconoscimento dei ministri di culto; nelle procedure per l'ottenimento della personalità giuridica; nella cura spirituale in carceri e ospedali, oggi non garantita. Difficoltà che si devono alla mancanza di un chiaro quadro diriferimento e che, nel caso dell'apertura di luoghi di culto, colpiscono anche confessioni dotate di un'Intesa. Valenzi nel suo intervento ha ricordato come libertà religiosa e cittadinanza entrino nello stesso quadro di una democrazia che si vuole più matura. Di sostegno è stato l’intervento del prefetto Giovanna Iurato del Ministero degli interni, Direzione centrale per gli affari di culto,rallegrandosi per il percorso promosso negli anni dalla FCEI e sostenendo il prosieguo di tali iniziative.

La terza sessione si è aperta col saluto di Pietro Grasso, presidente del Senato, che ha invitato a lavorare in vista di un“comune pensiero”. Alla presenza anche del Governo, nella persona di Anna Nardini, membro della Commissione per le intese con le confessioni religiose,la tavola rotonda è stata introdotta dall’intervento di Roberto Zaccaria, che ha mostrato i tentativi delle passate legislature e lo status quo della legge in preparazione. Ad esso è seguito l’intervento di Valdo Spini che ha dato testimonianza dei risultati raggiunti in passato e delle prospettive da seguire in futuro. Sotto la moderatura di Gian Mario Gillio, la tavola rotonda ha visto gli interventi degli esponenti politici: Alberto Airola (M5S), Vannino Chiti(PD), Sergio Divina (Lega Nord), Luigi Lacquaniti (SEL), Lucio Malan (ForzaItalia).

Gli interventi politici hanno mostrato e confermato l'attenzione per il tema, la coscienza dell'urgenza di intervento e la volontà di porre rimedio con una nuova legge. Al contempo è emersa una sfiducia nell’attuale Parlamento (Airola), e la negazione del problema stesso adducendo la tesi che l’attuale legislazione italiana sia di per sé già ben attrezzata e sufficiente a garantire la libertà religiosa (Divina). Più fiduciosi Lacquaniti, Chiti e Malan, che lasciano intendere allo stesso tempo della necessità di procedere con pragmatismo, passo dopo passo. 


mercoledì 23 aprile 2014

Onniologo: molto più di un romanzo di fantascienza

Pubblicato il primo romanzo di Michele Amitrani




  • Copertina flessibile: 188 pagine
  • Editore: Michele Amitrani; 1 edizione (20 aprile 2014)
  • ISBN-10: 0993760805
  • ISBN-13: 978-0993760808
20 aprile 2014






Descrizione

Con la partenza dello Space Shuttle Atlantis, si conclude un’era. Il pubblico segue la scia di luce che domina Cape Canaveral, ma solo uno di loro sarà colpito da una rivelazione. Wei ha sei anni quando assiste al decollo. È un bambino diverso dagli altri. Una mente al tempo stesso solitaria e ribelle, riflessiva e brillante. 

Sono queste caratteristiche a fargli capire il messaggio che sfugge agli altri. L’umanità è giunta ad un punto morto, un angolo della storia che non lascia via di scampo e la partenza dell’Atlantis ne è una prova concreta. Questa consapevolezza non abbandonerà mai Wei, che deciderà di imbarcarsi in un viaggio pericoloso, utilizzando le sue abilità per realizzare un progetto titanico in grado d’invertire questa tendenza. 

La sua ricerca durerà decenni, mentre raduna le risorse e le persone necessarie per concretizzare la sua visione. Tra macchinazioni e complotti, la natura del suo progetto sarà lentamente rivelata assieme alla forza senza nome che minaccerà di distruggere tutto quello per cui ha lottato.

L’Onniologo è il romanzo di debutto del giovane autore indipendente Michele Amitrani e l’inizio di una saga di fantascienza che promette di dare al suo pubblico suspense, decisioni monumentali, conseguenze imprevedibili e azione mozzafiato. L'Onniologo è disponibile in formato eBook e cartaceo. Se volete scoprire di più sul libro o sull'autore, visitate il suo sito www.micheleamitrani.com.











L'Autore


Michele Amitrani è un giovane autore indipendente nato e cresciuto a Roma. Ha pubblicato “L’Alfa e l’Omega del Dragone,” un saggio di Scienze Politiche che analizza la storia, la politica e l’economia della Repubblica Popolare Cinese. 
Ha pubblicato anche “Quando gli Uomini Sognavano Petrolio” (tradotto in inglese con il titolo “When Gold was Black”), una storia di fantascienza che è stata definita "originale, lucida, dinamica ed innovativa" e "potente, intensa e stimolante." 
Michele ha una missione: aiutare altri scrittori a concretizzare il sogno di rendere le proprie opere disponibili al grande pubblico. Per questo motivo condivide consigli e risorse su come scrivere, pubblicare e pubblicizzare i lavori di autori indipendenti sul suo sito www.micheleamitrani.com. 
Divoratore di libri fantasy e di fantascienza, quando non è impegnato a inseguire draghi o a padroneggiare la Forza, Michele gironzola su Facebook (/MicheleAmitraniAuthor) e sfora con regolarità il limite dei 140 caratteri su Twitter (@MicheleAmitrani).






venerdì 4 aprile 2014

Campagna contro il Rapporto Rudy Salles

Ferma la proposta di legge in discussione al Consiglio d'Europa che mette seriamente in pericolo la Libertà Religiosa




Alle ora 15.28 di oggi su 4945 cittadini dell'Unione Europea avevano firmato 620 italiani


Le ONG, Istituzioni e persone che hanno inviato lettere alla presidente dell'Assemblea generale per chiedere ri emendare o rigettare la proposta:



Pietro Nocita: Considerazioni sulla proposta di Rudy Salles in PACE
http://www.eifrf-articles.org/Considerazioni-sulla-proposta-di-Rudy-Salles-in-PACE_a108.html
CAP Freedom of Conscience
http://www.calameo.com/read/00031605426939025db43
FOREF Europe:
In inglese:
http://foref-europe.org/2014/03/11/religious-freedom-complaint-against-french-mp-rudy-salles-rapporteur-at-the-parliamentary-assembly-of-the-council-of-europe/#more-799
In italiano:
http://www.dimarzio.info/it/docum/finish/27-discriminazione/297-denuncia-di-peter-zoehrer-su-rapporto-salles.html
Moscow Helsinki Group
http://www.eifrf-articles.org/Moscow-Helsinki-Group-alerts-PACE-President-about-Religious-Freedom-issue_a99.html
World Religion News
http://www.worldreligionnews.com/religion-news/freedom-religion-human-right-council-europes-upcoming-vote-establishing-sect-observatories
Central-European Religious Freedom Institute
http://cerf-institute.org/2014/03/09/religious-freedom-complaint-against-french-mp-rudy-salles-rapporteur-at-the-parliamentary-assembly-of-the-council-of-europe/
Soteria International
http://soteriainternational.org/en/articles/117-spiritual-rights/236-will-the-council-of-europe-adopt-french-anti-sect-policy
Bulgaria - Council of Europe, the Evropress Club of Journalists defends Freedom of Religion or Belief
http://www.eifrf-articles.org/Bulgaria-Council-of-Europe-the-Evropress-Club-of-Journalists-defends-Freedom-of-Religion-or-Belief_a98.html?preaction=nl&id=23146567&idnl=158771&
The Coalition 
http://www.familycoe.info
Federación de Entidades Religiosas Evangélicas de España (FEREDE)
The Institute on Religion and Public Policy stands against discriminatory resolution at Parliamentary Assembly of the Council of Europe
http://www.eifrf-articles.org/The-Institute-on-Religion-and-Public-Policy-stands-against-discriminatory-resolution-at-Parliamentary-Assembly-of-the_a107.html
Raffaella Di Marzio
Rappresentanti musulmani in Germania
Christian newspaper Nederlands Dagblad (Netherlands Daily): Protest against European anti-sect plan increases
Articolo di Margaret Rose Becker, Human Rights Advocate
Alleanza evangelica spagnola europea: L’AEE chiede di inviare email ai parlamentari prima della votazione di leggi chiave in Europa  (AEE pide enviar emails a parlamentarios ante la votación de leyes clave en Europa)
In italiano:
Alliance Defending Freedom
Opposition to the Council of Europe’s Upcoming Vote to Establish “Sect Observatories” and “Sect Awareness Sessions” Swells, by Joseph K. Grieboski
Rudy Salle's report at PACE: THE GUILD OF EXPERTS ON RELIGION AND LAW in Russia raises strong concerns for religious freedom
http://www.eifrf-articles.org/Rudy-Salle-s-report-at-PACE-THE-GUILD-OF-EXPERTS-ON-RELIGION-AND-LAW-in-Russia-raises-strong-concerns-for-religious_a113.html
64 NGOs and civic society and religious leaders slam Rudy Salles' report at PACE in a strong multi-faith letter
http://www.eifrf-articles.org/64-NGOs-and-civic-society-and-religious-leaders-slam-Rudy-Salles-report-at-PACE-in-a-strong-multi-faith-letter_a111.html 
European Muslim Initiative alerts on Rudy Salle's report against religious minorities at PACE
http://www.eifrf-articles.org/European-Muslim-Initiative-alerts-on-Rudy-Salle-s-report-against-religious-minorities-at-PACE_a110.html
Opposition to the Council of Europe's upcoming vote to establish "Sect Observatories" and "Sect Awareness Sessions" swells 
Dr. A. Amicarelli legal comment on Rudy Salle's report at PACE